1. Home
  2. Documenti
  3. La neolingua digitale
  4. Materiale didattico
  5. I nuovi media

I nuovi media

Il nostro prossimo argomento di discussione sono i nuovi “nuovi media” [1]: i social network come Facebook, Twitter, Instagram, i blog, e i canali YouTube. Il loro utilizzo implica scelte stilistiche e linguistiche differenti poiché si rivolgono a gruppi di utenti dalle caratteristiche differenti. Il seguente paragrafo descrive i metodi di comunicazione utilizzati sui principali social media.

  1. Twitter

Molti credono che Twitter sia utilizzato esclusivamente da politici e giornalisti, o da persone famose come atleti, economisti, avvocati. L’idea alla base del social network è quella di fornire contenuti informativi specifici in messaggi composti da 280 caratteri[2]. Pertanto, è assolutamente vietato dilungarsi. Per comunicare in maniera efficace su Twitter è importante costruire bene il testo e utilizzare in maniera sapiente gli hashtag, che non sono altro che delle parole chiave precedute da un cancelletto #. Tale tecnica permette di indicizzare i tweet per argomento e semplificare la ricerca di informazioni. Gli hashtag fanno parte dell’innovazione digitale.

  1. Facebook

Tutti hanno sentito parlare di Facebook, il social network conta, infatti, 2 miliardi di utenti (2,196 miliardi[3] – secondo le statistiche di giugno 2018) che hanno contribuito alla creazione di un lessico di internet. Si pensi al processo di italianizzazione di alcune parole inglesi come “spoilerare” dall’inglese spoiler o “postare” dall’inglese to post. È interessante notare come gli hashtag su Facebook svolgano quasi una funzione opposta.

Fonte: https://www.quicksprout.com/2016/02/05/how-to-win-on-facebook-8-lessons-learned-from-analyzing-1-billion-posts/

Il grafico dal titolo “Should You Include Hashtags on Facebook” dimostra come i post corredati di hashtag siano meno popolari fra gli utenti (per numero di commenti, condivisione e mi piace) rispetto a quelli che non li presentano. Le regole, dunque, cambiano a seconda del social network utilizzato.

  1. Blog

Nel caso dei blog (una sorta di diario online) le cose funzionano diversamente. I testi sono, generalmente, lunghi e scritti in un linguaggio appropriato soprattutto quando sono dedicati a tematiche specialistiche.  Chi gestisce un blog tematico spesso intende presentarsi come esperto del settore e dimostrare che le conoscenze da lui/lei condivise provengono da fonti affidabili. Tuttavia, il linguaggio utilizzato differisce da quello accademico poiché il blogger ha un intento divulgativo e spesso crea un legame forte con il lettore.

[1] M. Kita, Językoznawcy wobec badań języka w Internecie, „Artes Humanae” Vol.1, 2016, s. 117

[2] M. Nowak, Twitter bez tajemnic – kompletny przewodnik dla początkujących, https://www.spidersweb.pl/2014/08/twitter-kompletny-przewodnik.html, 28.04.2018

[3] https://mobirank.pl/2018/06/24/liczba-uzytkownikow-popularnych-serwisow-spolecznosciowych-czerwiec-2018/

Hai trovato utile questo articolo? 4 No