1. Home
  2. Documenti
  3. Offerte commerciali e pubblicità
  4. Materiale didattico
  5. Truffe online

Truffe online

Infine, non possiamo non citare le truffe online. Costituiscono una categoria a sé in quanto sono vere e proprie azioni criminali volte ad ottenere le coordinate bancarie degli utenti o convincerli a versare grosse somme di denaro. Sono orchestrate da criminali professionisti che si approfittano delle debolezze delle persone. Per questo è essenziale riconoscerle ed evitarle.

Fonte: https://pixabay.com/illustrations/scam-phishing-fraud-email-attack-3933004/

Di seguito presentiamo le forme di frodi online più comuni:

  • Phishing
    Phishing è la forma più comune di truffa online. Tutti noi abbiamo ricevuto almeno una volta una e-mail misteriosa che ci chiedeva di cliccare su un link che abbiamo ignorato. È importante fare molta attenzione ai casi di phishing perché alcuni criminali si servono di email che sembrano provenire dal tuo conto, da PayPal, dalla tua compagnia telefonica. Tali messaggi ci chiedono spesso di cliccare su un link che porta a un formulario da compilare con le chiavi di accesso al conto bancario. Ricorda che questo tipo di truffe comporta una perdita di denaro. Al fine di proteggerti, controlla sempre l’indirizzo da cui ricevi le e-mail: è quello giusto? Che cosa compare quando cerchi su Google? Se non ne sei sicuro, chiama la tua banca e verifica che siano stati loro a inviare il messaggio. È strano che un istituto bancario ti chieda di inserire dei dati sensibili nel sistema.
  • Truffe sugli acquisti online
    Un altro grande classico! Stai scorrendo la home di Facebook o di Instagram e vedi che il prodotto che tanto desideravi costa solo 25€? È regalato, no? Se non ci pensi due volte e lo acquisiti immediatamente o avrai fatto il migliore affare della tua vita o sei stato truffato. Probabilmente riceverai una e-mail qualche settimana dopo che ti avvertirà che il tuo prodotto è fermo alla dogana e dovrai pagare un sovrapprezzo. Se pagherai, riceverai un’altra comunicazione simile e il tuo ordine non arriverà mai, perché non è mai esistito. Quando fai degli acquisti online, assicurati di controllare il sito, se ti sembra sospetto fa’ una ricerca su Google. Se si tratta di una frode, con ogni probabilità qualcuno l’avrà già segnalata. In ogni caso, qualora dovessi cascarci la prima volta, non rispondere alle e-mail successive che ti chiedono dell’altro denaro.
  • Truffe che promettono soldi facili
    Tutti sogniamo di diventare ricchi senza sforzo, e i truffatori lo sanno bene. Il “diventa ricco in poco tempo” è uno slogan di successo che può assumere forme diverse: puoi ricevere una mail che dice che hai vinto alla lotteria (sebbene tu non abbia acquistato alcun biglietto), ma per far tua questa vincita astronomica dovrai pagare una transazione (che di solito ammonta a qualche migliaio di euro, ma che cosa sono poche migliaia di euro al cospetto di un montepremi milionario, giusto?); oppure che ti racconta che un tuo lontano parente è morto e ti ha lasciato in eredità un’ingente somma di denaro, ma, anche in questo caso, prima di ottenerla dovrai sborsare una certa somma. Un’altra tecnica è quella del “lavoro da casa”, pubblicizzata mediante una serie di pop up incentrati su sistemi perfetti per far soldi velocemente. Prima di far parte di questo gruppo di broker eletti, però, dovrai pagare una certa somma. Non lasciarti abbindolare e ricorda che se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente stanno cercando di ingannarti. Il mondo non è certo pieno di persone che muoiono dalla voglia di farti diventare ricco.
  • Truffe sentimentali
    Anche le truffe sentimentali sono piuttosto comuni. Le vittime vengono contattate da donne o uomini apparentemente attraenti (di solito non esistono, oppure si servono di foro rubate senza il consenso dei diretti interessati) sui social media o i siti di incontri. I truffatori dedicano molto tempo e attenzione alle vittime in modo da indurle a formare un legame affettivo e a credere di essere ricambiate. Arrivano persino a instaurare una relazione sentimentale, per poi fingere di aver bisogno dei soldi per un’emergenza, per comprare un biglietto aereo e incontrare la vittima, o acquistare dei regali, ecc. Sii conscio di questa eventualità e cerca sempre di verificare che le persone che ti contattano esistano veramente sui social media: quanti amici e interazioni hanno sul loro profilo? Quante foto? Se chiedi loro di farsi una foto con un determinato sfondo o oggetto, riescono a fartela avere? E, ancora una volta, non fornire le tue coordinate bancarie o inviare denaro agli sconosciuti che incontri su internet, è probabile che siano tentando di truffarti.

È importante ricordare che tali truffe sono perseguibili penalmente, per cui, se pensi di esserne vittima, ti invitiamo a inoltrare una segnalazione e a denunciare il caso alla polizia postale.

Hai trovato utile questo articolo? 3 No